Ultimi articoli :

    Il red band trailer di V/H/S Viral


    È arrivato il red band trailer di V/H/S Viral, il terzo capitolo della saga incentrata sul ritrovamento di vecchie videocassette intitolata, appunto, V/H/S. Eccolo preso dal canale YT del sito di notizie IGN.


    Produce insieme a 8383 ancora una volta il sito Bloody Disgusting.
    Cambiano i registi: Justin Benson, Aaron Moorhead (registi del corto Wrecked), Todd Lincoln (The Apparition), Gregg Bishop (Fuga dall'inferno), Nacho Vigalondo (Extraterrestrial) e Marcel Sarmiento (Deadgirl), autori anche delle sceneggiature insieme a T.J. Cimfel (No tell Motel), Ed Dougherty (Scrapper) e David White (Shut in, su una ragazza agorafobica, è il suo prossimo copione). Mentre gli attori protagonisti sono Patrick Lawrie, Emmy Argo, Heather Hayes, Jessica Luza, John Curran, Justin Welborn, Mary Ralston, Michael Aaron Milligan, Gustavo Salmerón, Marian Álvarez, Xavi Daura, Esteban Navarro, Nick Blanco, Chase Newton, Shane Bradey e Jayden Robison.
    Lo spunto questa volta lo offre un inseguimento tra la polizia e un camioncino dei gelati ripreso dalle telecamere e dai cellulari di un gruppo di ragazzi.

    VHS Viral uscirà in America il 23 ottobre on demand e il 21 novembre nelle sale con una distribuzione ridotta.

    Il trailer e il poster di The Stranger


    Direttamente dal sito Latino Review arrivano in esclusiva la locandina e il trailer di The Stranger, il nuovo film co-prodotto da Eli Roth, scritto e diretto da Guillermo Amoedo, la cui anteprima mondiale è programmata questo venerdì al Fantastic Fest. Ovviamente il filmato è in lingua originale ma ciò non esclude una futura distribuzione italiana, seppur tardiva. Se non riuscite a visualizzarlo qui sotto CLICCATE QUI.


    Come si capisce anche dal video, la trama è di quelle semplici ed efficaci: il ritorno a casa di un uomo dopo sedici anni avvolti nel più fitto mistero scatena una serie di morti.
    Per il cileno Amoedo (co-sceneggiatore di The Green Inferno di Roth e dell'imminente Knock Knock) si tratta del suo primo film in lingua inglese, dopo alcuni corti e il lungometraggio (tra mistery e sci-fi) Retorno.

     Altre informazioni le possiamo aspettare sul sito della casa di produzione Sobras International Pictures.

    Nel 2016 una nuova versione di King Kong


    Legendary Pictures e Universal tra un paio di anni faranno uscire nelle sale una nuova versione di King Kong intitolata Skull Island. Designato a dirigere il nuovo film, secondo quanto riportato da Variety, Jordan Vogt-Roberts che ha preso il posto di Joe Cornish (Attack the block). Come interprete principale troveremo Tom Hiddleston (Loki dei vari Thor e Avengers, Solo gli amanti sopravvivono) mentre la sceneggiatura sarà scritta da Max Borenstein (Godzilla).
    Jordan Vogt-Roberts ha diretto l'inedita commedia The Kings of summer e alcuni episodi della serie tv horror Death Valley.
    La data fissata per l'uscita nelle sale di Skull Island è il 4 novembre 2016.

    The Giver - Il mondo di Jonas - RECENSIONE

    Quando il viaggio di un eroe si trasforma in un viaggio nella banalità più sconcertante si potrebbe restare delusi, ma non è possibile esserlo con un film come The Giver - Il mondo di Jonas perché aspettarsi un gran risultato artistico da un'operazione puramente commerciale come questa è da fessi.
    Peccato perché le storie di fantascienza distopica hanno un potenziale incredibile che Hollywwod appiattisce e riduce sempre alla solita pappetta insipida da ospizio o da Mc Donald.
    L'eroe, Jonas, quello destinato a cambiare il mondo, a ridargli colore, memoria, sentimenti, diversità e bla bla bla, il salvatore giovane e bello, lo capirebbe anche un sasso o l'animalaccio lì nascosto che scappa quando lo alzi da terra che arriverà alla fine della storia sano e salvo.
    In The Giver però è il tutto, la somma di tutto, a far straripare la melassa. Ed è un peccato perché anche qui ci sono delle buone idee che non vengono sviluppate per far posto alle situazioni facili.
    Per esempio l'uso dei medicinali obbligatorio per tutti, sin dalla nascita, per tenere a freno i sentimenti è una idea interessante, da fantascienza distopica, appunto. Gli si dà la minima importanza, perché è grazie a quell'utilizzo se gli abitanti del mondo di Jonas vedono in bianco e nero, ma non viene approfondita. Anche l'altra idea, questa ancora più centrale, di una memoria del passato fatta di troppe violenze e perciò volutamente tenuta nascosta a tutti, tranne ai raccoglitori di memoria, non è male. Così come l'uccidere senza rimorsi perché privati della pietà, del rimorso, dello stesso concetto di morte e di dolore.
    Poi, per carità, a voler essere giusti The Giver non è un brutto film: è girato bene, e ci mancherebbe anche, visto che dietro la mdp c'è Phillip Noyce, e interpretato da giuste facce giovani (Brenton Thwaites, Odeya Rush, Cameron Monaghan) e bravi attori navigati come Jeff Bridges e Meryl Streep.
    Però è tutto troppo sfacciato: una storia su una ritrovata libertà perduta raccontata eliminando la creatività, o meglio, relegandola in un angolino in modo da non infastidire il torpore del pubblico coi popcorn, la dice lunga su questa paracula operazione che mostra anche, a un certo punto, il crollo del muro di Berlino, il carro armato di piazza Tienanmen e il morto ancora caldo Nelson Mandela.

     
    {webzine di arte e cultura contemporanea}
    !!!Per i 100 anni di Mario Bava!!!
    Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
    Copyright © 2011. klub 99 cinema - All Rights Reserved
    CONTATTI: redazione | marketing
    Template Created by Creating Website
    modified by Roberto Fusco Junior | Published by Mas Template
    Proudly powered by Blogger