Header Ads

Il sonno nero del dottor Satana (Reginald Le Borg)




Il solito scienziato pazzo che per salvare la moglie valica i confini della morale.

Londra, 1872. Il dottor Gordon è condannato a morte per omicidio, benché innocente. Il collega Cadman, prima dell'esecuzione gli dà una polvere che provoca in lui una sorta di morte apparente. Creduto morto, Cadman rianima Gordon e lo porta nel castello dove compie esperimenti fallimentari sul cervello di persone date per morte o scomparse da tempo. Perché tutto questo? Per guarire la moglie in coma da mesi e malata di tumore al cervello.

Ne Il sonno nero del dottor Satana (The black sleep) tutto ovviamente finirà nel migliore dei modi, con lo scienziato matto che alla fine soccombe (insieme all'amata moglie), con il buono che riesce a dimostrare la sua innocenza (perché tra le persone rapite da Cadman per i suoi esperimenti medici c'è anche l'uomo che secondo la condanna avrebbe ucciso) e che nell'avventura trova l'amore.




L'aspetto interessante nel film sta nel cast di attori: Basil Rathbone, John Carradine, ma soprattutto Bela Lugosi (qui al suo ultimo film), Lon Chaney Jr. e il gigantone woodiano Tor Johnson. Dirige Reginald Le Borg, un bravo mestierante che però nel cinema non ha mai sfondato sempre impegnato in produzioni a costi molto bassi come questo film girato in 12 giorni e costato 225.000 dollari.

Nessun commento

Powered by Blogger.