Header Ads

Silent Hill: Revelation (Michael J. Bassett)

Come videogioco Silent Hill si è ritagliato un posto d'onore nel genere horror. Perennemente avvolta nella nebbia e ricoperta di cenere Silent Hill è il (non)luogo dove il o la protagonista deve andare, o tornare, principalmente per salvare qualcuno e così scoprire cose mostruose sul proprio passato. E lo fa superando prove di coraggio ed enigmi vari. Con i mostri che sbucano all'improvviso aiutati dall'oscurità, dalla nebbia o dai luoghi stessi (nel 4° episodio, forse il più brutto della serie, uscivano dalle pareti) i salti dalla sedia erano assicurati.
Poi nel 2006 è arrivata la trasposizione fatta da Roger Avary e diretta da Christophe Gans. L'aspetto visivo, ripreso pari pari da quello dei videogames, è la cosa che convince di più del film che per il resto di spaventoso non ha niente. Lo stesso problema lo ritroviamo anche in questo sequel scritto e diretto da Michael J. Bassett (Solomon Kane) che si ispira al terzo capitolo del videogames della Konami. Quindi belle le ambientazioni e i concept dei mostri, ma non c'è mai un salto dalla poltrona del cinema. Troppo prevedibile nelle sue situazioni horror perché troppo legato ai soliti vecchi stereotipi, o trucchetti, che si ripetono ogni qual volta ce n'è l'occasione, penso al vecchio stratagemma di far passare velocemente qualcuno davanti l'obiettivo della mdp, effetto -accompagnato sempre da una musica distorta ed improvvisa- ripetuto nel film almeno tre volte, Silent Hill: Revelation toppa anche per come rappresenta i personaggi principali e per come frettolosamente fa evolvere le loro relazioni cosa che nel precedente scritto da Avary era un po' meno arronzata, ma solo un po'. Silent Hill: Revelation è insomma il classico prodotto fatto con il solito stampo pensato per le masse che poi rispondono agli spaventi zero con il commento ironico ad alta voce.



Silent Hill: Revelation
Regia: Michael J. Bassett
Personaggi e interpreti: Eather/Alessa (Adelaide Clemens), Vincent (Kit Harington), Claudia Wolf (Carrie-Anne Moss), Harry (Sean Bean), Rose Da Silva (Radha Mitchell), Leonard (Malcolm McDowell), il mostro con la testa a piramide (Roberto Campanella), Douglas (Martin Donovan)
Sceneggiatura: Michael J. Bassett
Fotografia: Maxime Alexandre
Scenografie : Alicia Keywan, Anthony A. Ianni
Costumi: Wendy Partridge
Special makeup effects: Damon Bishop, Paul Jones, Katie Brennan, Martin Mercer, Patrick Tatopoulos, Kevin Carter 
Montaggio: Michele Conroy
Musiche: Jeff Danna, Akira Yamaoka
Visual effetcs: Mister X Inc.

Nessun commento

Powered by Blogger.