Header Ads

[EXTRA] Blancanieves, il film spagnolo da noi meteora

A novembre è passato al Torino Film Festival ma non deve essere piaciuto molto ai distributori visto che nessuno ancora lo ha comprato. La cosa però non deve sorprendere perché Blancanieves è una rilettura della favola dei Grimm che si allontana parecchio dalle recenti versioni viste a cinema non solo per come stravolge in qualche modo la struttura originale della storia ma soprattutto perché è muto nei dialoghi (ci sono le classiche didascalie) e fotografato in bianco e nero.
Nel film, scritto e diretto dallo spagnolo Pablo Berger (Torremolinos 73), si parla di una bambina orfana di madre di nome Carmen (Sofia Oria) che vive con un padre (Daniel Giménez Cacho) famoso ex torero costretto su una sedia a rotelle dopo un incidente. Ad accudire il padre ci pensa un'infermiera stronza (Maribel Verdù) che finirà con lo sposare il papà Antonio. Per fortuna c'è la nonna (Angela Molina) che le insegna a ballare il flamenco e il papà che segretamente le rivela i segreti del suo mestiere di torero. Dopo anni e oramai adolescente Carmen (Macarena Garcia) si unisce a un gruppo di toreri nani ed inizia ad esibirsi con loro con il nome di Blancanieves. Diventa famosa ed inizia a girare la Spagna fino ad esibirsi dinnanzi all'infermiera stronza che la riconosce e inizia a morire di invidia.
Il 15 marzo Blancanieves è arrivato nelle sale americane e questi qui sotto sono il poster e il trailer per l'America.




Nessun commento

Powered by Blogger.