Header Ads

[NEWS] L'esorcista torna nelle sale per un giorno

Torna nelle sale dopo quarant'anni e solo per un giorno, il 19 giugno, L'esorcista: uno dei pochi film che ha davvero rivoluzionato il genere horror. Per certi versi lo ha sdoganato allontanando dalla così detta serie b. Questo film insieme a Lo squalo di Spielberg ha portato l'horror all'attenzione dei più, lo ha fatto conoscere ed apprezzare a chi aveva la puzza sotto il naso. L'horror fino ad allora era sempre stato un genere povero se si pensa ai budget che in genere le produzioni avevano a disposizione. D'accordo che c'erano state la Universal e la Hammer che qualche produzione importante l'avevano messa su. Ma sono le eccezioni in questo campo. Il resto e il più, almeno dal punto di vista della quantità di film realizzati, lo hanno fatto le altre produzioni, quelle ad esempio della RKO sul filo della bancarotta, oppure della Clover, di William Castle o di Roger Corman. Poi negli anni '70 sono arrivate le produzioni di Romero, Hooper, Craven, Cunningam, Raimi, Carpenter, Cronenberg e molti altri che con pochi soldi cacciati spesso di tasca loro realizzano film che incassano tantissimo. Hollywood si ribella e risponde con dei budget stratosferici alle misere produzioni indipendenti.
L'esorcista e Lo squalo sono due di queste risposte.
La risposta del cinema di serie b, a questo furto da parte dell'industria cinematografica che conta, sarà tutt'altro che un semplice copia e incolla.



Comunque sia, con L'esorcista il regista William Friedkin realizza una tra le più grandi paraculate della storia del cinema. Perché anche se siamo atei ci fa cagare addosso. Difficile spiegarlo meglio. L'esorcista arriva dove deve arrivare e lo fa attraverso un tema che non aveva una filmografia così importante come quella dei mostruosi animali oltremisura che è invece il punto di riferimento per Lo squalo di Spielberg.
Merito del romanzo di Blatty e della lungimiranza degli studios nell'acquistare i diritti cinematografici. Ovidio Assonitis dal canto suo girerà come risposta Chi sei? che incasserà negli USA 20 milioni dollari. La Warner accusandolo di plagio con un'azione legale riesce a bloccare quell'incasso.
Una cosa è certa: dopo L'esorcista il cinema dell'orrore cambia. Molti grandi registi si cimentano con esso, i registi indipendenti americani che negli anni '70 avevano modernizzato il genere spostando l'origine del male all'interno dell'America stessa (ponendo fine a quel concetto da guerra fredda che voleva che il nemico arrivasse da fuori) vengono reclutati e spesso addomesticati. Zombie, vampiri, licantropi e tutte le altre icone prima o poi vengono utilizzate per realizzare un nuovo blockbuster con protagonista una o più star.
Si va avanti così da allora con pochi alti e molti bassi, senza sforzarsi più di tanto fino al giorno in cui un giovane italoamericano non inizia con i suoi film a riportare alla luce altri generi popolari quasi estinti ma non nei suoi ricordi di cinefilo onnivoro. Ma quella di QT è un'altra storia.
Qui sotto il trailer per la riedizione del film nelle sale, uguale in tutto e per tutto a quella del 2000 con le scene aggiunte (anche il trailer è praticamente identico), che avrà come unica data il 19 giugno, data non casuale visto che quel giorno del 1973 ci fu la prima proiezione a New York.




Nessun commento

Powered by Blogger.