Header Ads

[RECENSIONE] Solo Dio perdona

Mica fesso Nicolas Winding Refn: tutte quelle menate sul western italiano, in particolare Se Sei vivo Spara di Giulio Questi, quando parlava con i giornalisti italiani a proposito del suo ultimo Solo Dio Perdona. Poi il film arriva nelle sale e guardandolo salta all'occhio che di western c'è ben poco. È più un noir, ancora una volta un noir rivisitato dal regista danese. Gli ingredienti dei film sulla vendetta ci sono tutti.

Due fratelli americani a Bangkok gestiscono una palestra per coprire i loro spacci di ero e coca. Due fratelli di cui uno stronzo che finisce subito ammazzato per aver violentato e ucciso una ragazzina. Arriva la madre sboccata dei due a pretendere la testa del poliziotto responsabile della morte del figlio. La storia, il canovaccio, è quello di altri mille film e romanzi di stampo malavitoso con al centro una storia di vendetta. Sappiamo benissimo come andrà a finire dall'inizio, del bagno di sangue a cui in pochissimi sopravviveranno. Quello che conta in questi casi non è la storia in sé ma il modo in cui viene raccontata e Nicolas Winding Refn riesce in qualche modo a spiazzarti facendo sorgere dubbi. Un po' per quelle immagini in cui forse vediamo quello che pensano i personaggi: preveggenze, desideri e paranoie? Vallo a capire. Altro aspetto: spesso fino all'ultimo non si capisce bene se i personaggi si trovano nello stesso posto o no, se stiamo guardando qualcosa di reale o una qualche proiezione mentale; i dubbi in qualche modo aumentano anche per via degli ambienti illuminati in modo irreale.


Tra classica narrazione ed il suo opposto, Solo Dio Perdona è dedicato ad Alejandro Jodorowsky e la cosa non stupisce. Quello che non convince del film, almeno ad una prima visione, è una scarsa compattezza tra i vari pezzi, dico meglio, le belle ed enigmatiche sequenze sommate insieme non danno alla fine la somma sperata. Qualcosa si perde, forse proprio a causa della foga di Refn di sperimentare nuovi linguaggi narrativi anche l'attenzione dello spettatore a lungo andare si abbassa facendolo uscire dalla sala poco soddisfatto.
Solo Dio Perdona non è un vero e proprio passo falso, lo definirei più un esperimento, o un film di passaggio. Ora , più che altrove, il giudizio resta in sospeso.


Solo Dio Perdona
titolo originale: Only God Forgives
2013
Regia: Nicolas Winding Refn
Produzione: Wild Bunch, Gaumont, Film I Väst, Bold Films, A Grand Elephant
Personaggi e interpreti: Julian (Ryan Gosling), Crystal (Kristin Scott Thomas), Mai (Rhatha Phongam), Chang (Vithaya Pansringarm), Byron (Byron Gibson), Gordon (Gordon Brown)
Sceneggiatura: Nicolas Winding Refn
Fotografia: Larry Smith
Costumi: Wasitchaya 'Nampeung' Mochanakul
Scenografie: Beth Mickle
Montaggio: Matthew Newman
Musiche: Cliff Martinez

Nessun commento

Powered by Blogger.