Header Ads

[RECENSIONE] Mine

C'è tanta roba dentro Mine di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro. Tanta davvero.
Mike (Armie Hammer) è un soldato americano in Afghanistan. Dopo aver fallito una missione, insieme al suo compagno attraversa un campo minato. Il collega salta in aria mentre Mike si accorge di aver messo piede su un'altra mina. Se lo alza espoderà anche lui in aria. Aspettando i tardivi soccorsi per Mike si presenta l'occasione per fare un bilancio della sua vita e ripensare ai cruciali passi da lui compiuti nel corso della sua esistenza, momenti che solo adesso in quella critica situazione assumono per lui -finalmente- il giusto significato di detonatore metaforico. Pensa a quei suoi passi che (in qualche modo) lo hanno portato ad essere quello che è fino a farlo arrivare lì, bloccato nel deserto in una situazione che pare non avere soluzione. Nel giorno più importante della sua (prima) vita, Mike farà a botte con i fantasmi del suo passato, incontrerà proiezioni del suo subconscio, in altre parole prenderà coscienza di sé. A volte per apprezzare la vita bisogna guardare in faccia la morte.

C'è senza dubbio un antimilitarismo di fondo in Mine ma c'è anche dell'altro e senza andare troppo lontani dalla superfice. Si avverte in qualche modo la sensazione che il libero arbitrio ci condanna ma può anche salvarci, magari all'ultimo momento, come dire che a redimersi si fa sempre in tempo. Che vada come vada la vita è un viaggio tragicomico in cui l'importante è andare avanti, fare il passo successivo (come gli suggerisce il berbero, un parto della sua mente?) a prescindere da come e dove siamo arrivati e arriveremo, anche perchè la destinazione finale è la medesima per tutti.

Soprattutto però c'è il netto sentore che le piccole cose possono fare la grande differenza: un semplice gesto può aprire o chiudere una strada, una porta, un'alternativa. Per Mike quella (vista e rivista) postura ripetuta nel finale chiude un cerchio e ne apre un altro: la sua vita può (ri)cominciare da lì. Il cammino di Fabio & Fabio inizia seriamente da adesso. Li aspettiamo fiduciosi.

Nessun commento

Powered by Blogger.