[RECENSIONE] Fright Night – Il Vampiro della Porta Accanto

[RECENSIONE] Fright Night – Il Vampiro della Porta Accanto
pubblicità

Charlie (Anton Yelchin) non è un ragazzo come tanti e non per il fatto che un tempo era uno sfigato amico solo di sfigati come Evil Ed (Christopher Mintz-Plasse) mentre adesso sta con la fighetta Amy (Imogen Poots). Charlie si ritrova catapultato in un avventura strordinaria dal momento in cui scopre che il suo nuovo vicino di casa Jerry (Colin Farrell) è un vampiro. Chiaramente nessuno crede al ragazzo, né la sua ragazza né la madre single Jane (Tony Collette) né tanto meno lo showman Peter Vincent (David Tennant) della trasmissione horror Fright night. Chiaramente, tutti si ricrederanno e saranno coinvolti nella vicenda.Partendo dal cult del 1985 Ammazzavampiri (Fright night) di Tom Holland, nome importante per gli amanti dell’horror anni ’80, questo remake pur mantenendone le linee guida se ne distacca quanto basta per non fare un prodotto fotocopia. Aggiorna storia e personaggi, soprattutto svecchia Peter Vincent trasformandolo da attore decadente a giovane star all’apice del successo.

Fright night è l’ennesima storia di formazione in chiave horror di un teenager con le solite soglie (leggasi prove) da superare in un vortice sempre più da incubo. Un incubo però dal quale capiamo sin da subito che ci risveglieremo sani e salvi. Gradevole e inoffensivo Fright night – il vampiro della porta accanto doveva solo concedere allo spettatore qualche spavento cosa che purtroppo non fa anche perché distribuisce la Disney.
Nella pellicola compare anche Chris Sarandon che nel film di Holland interpretava il vampiro Jerry nel ruolo questa volta dell’uomo che tampona la macchina dei protagonisti. O almeno mi sembrava lui, ma con questo onnipresente 3D non è che la luminosità sia eccellente… a mala pena ho riconosciuto Colin Farrell

pubblicità

pubblicità

Roberto Junior Fusco

Fondatore e amministratore del sito. Contatto: robertojuniorfusco@klub99.it Collabora con klub99.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *