17 luglio 2018

[NEWS] Il teaser trailer di The Onania Club, il nuovo film di Tom Six


Tom Six è uno dei nomi che più è emerso negli ultimi dieci anni grazie alla sua trilogia Human Centipede. Con una filmografia simile alle spalle in qualche modo si è obbligati ad alzare ancora di più l'asticella. L'alternativa, per lasciare davvero tutti di stucco, sarebbe girare il remake di Grease o di Mary Poppins, o qualcosa del genere. Ma lì ci sarebbe il linciaggio mediatico e il boicottaggio da parte di chi ha amato i tre film. Tom Six per fortuna non ha cambiato parrocchia e non è uscito dai territori shockanti e provocatori che lo hanno reso famoso, realizzando un nuovo film dal titolo The Onania Club.

Lo aveva presentato come "una delle esperienze più vili ed inumane di tutti i tempi", parole decisamente grosse che accompagnavano una locandina (quella qui sopra) semplice ma in qualche modo esplicita.

Poche ore fa, sul canale YT del regista/sceneggiatore/produttore, è arrivato il teaser trailer del film. 30 secondi di immagini che dicono molto e lasciano immaginare tanto altro, non necessariamente di pruriginoso.


Donne (anche di una certa età) altolocate di Los Angeles che si masturbano tutte insieme appassionatamente davanti le immagini tv dei due aerei che si schiantano sulle torri gemelle è una presentazione decisamente forte.

Tom Six così ha detto sul suo nuovo film:

«Il mio ultimo film, The Onania Club, tratta la viltà umana a molti livelli. Il tema principale è la "schadenfreude", un'emozione che il filosofo Arthur Schopenhauer ha definito: "il peccato più malvagio del sentimento umano". Se la trilogia Human Centipede è principalmente horror per il corpo L'Onania Club è puro horror psicologico. Il film sarà una piacevole boccata d'aria inquinata nella crescente correttezza politica e intolleranza di oggi».

The Onania Club è interpretato da Jessica Morris (la nuova arrivata nel gruppo che gode per le disgrazie altrui), Darcy DeMoss, Deborah Twiss, Karen Strassman e Flo Lawrence. Il film non ha ancora una distribuzione.

Nessun commento:

Posta un commento