12 giugno 2019

[OLTRE LO SPECCHIO] Monstrum (Mulgoe), la recensione

1527: La Corea guidata dal re Jungjong attraversa un brutto periodo a causa di una tremenda epidemia di peste. Come se non bastasse corre voce che una creatura sanguinaria si aggiri di notte.

Monstrum (Mulgoe) nella prima parte si concentra tra chi crede nell'esistenza del mostro e chi no, tra chi pensa che sia una invenzione della dinastia dei Joseon per generare terrore e tenere a bada la popolazione e chi crede che sia reale anzi la vera causa della diffusione della peste.

Quando da un certo punto in poi la creatura si dimostra reale il film si concentra tra chi è fedele al re e chi vuole tradirlo, si approfondisce la storia della belva sanguinaria scoprendo le sue origini, e la si vede in azione in tutta la sua furia splatter.

Monstrum di Jong-Ho Huh ha tutto quello che ci si aspetta da un film del genere: botte da orbi tra lame affilate e arti marziali, personaggi disposti a sacrificare la loro vita per il bene di tutti, complotti e cospirazioni ad ogni angolo, vendette trasversali. Funziona tutto piuttosto bene tranne l'aspetto della bestia assetata, ma chisene quando squarta le persone come se fossero fogli di carta.

Monstrum è in concorso per il festival Oltre lo Specchio.

Nessun commento:

Posta un commento