[RECENSIONE] Lanterna Verde

[RECENSIONE] Lanterna Verde
pubblicità

Hal Jordan è uno spericolato collaudatore di aerei da guerra che si ritrova suo malgrado protagonista di una storia straordinaria. Viene selezionato da un esercito intergalattico e si ritrova subito con dei bei pesi enormi. In primo luogo deve accettare il suo nuovo ruolo, o se vogliamo il suo destino, deve poi fare i conti con l’eredità che in questo modo accetta. Essere una Lanterna Verde significa innanzitutto non avere paura, essere pronti a tutto e Hal nonostante le apparenze, magari mal celate, conosce bene quello stato d’animo. Ogni Lanterna Verde ha un anello che permette di creare grazie alla volontà, l’energia più potente dell’universo, qualunque cosa il suo possessore desideri, quello di Hal apparteneva ad Abin Sur il più valoroso delle Lanterne Verdi morto per mano di un mostro che scopriamo presto nutrirsi di paura. Deve quindi accettare la sua paura, il suo nuovo ruolo, farsi accettare dal resto dell’esercito spaziale essendo il primo terrestre a far parte del Corpo*, in particolare dallo scettico Sinestro, ed affrontare il mostro che si nutre di paura per salvare il pianeta Terra. Il tutto senza troppa serietà che per molti è stato un difetto mentre qui ci è sembrata la carta vincente. Lanterna verde risulta per questo piuttosto riuscito anche qui però il 3D poteva essere tranquillamente evitato.
*nel fumetto è Alan Scott il primo essere umano ad essere insignito di tale pregio.

pubblicità

pubblicità

Roberto Junior Fusco

Fondatore e amministratore del sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *