[NEWS] Il trailer di Last Day – The Best of Me

[NEWS] Il trailer di Last Day – The Best of Me
pubblicità

Dreadcentral ha diffuso ieri in esclusiva il primo trailer di Last Day – The Best of Me il nuovo body horror di Domiziano Cristopharo – che è anche il primo film horror albanese – di cui abbiamo parlato in precedenza!

Primo film della rinata casa di produzione Bad Trip Bros., Last Day è l’adattamento psiconautico – scritto da Andrea Cavaletto – della triste storia di Ricardo Lopez, divenuto famoso per aver tentato nel 1996 di uccidere con un pacco bomba di acido solforico la cantante Bjork della quale era ossessionato. Le sue ossessioni, le sue insicurezze e frustrazioni le ha raccontate in dei video diari. L’ultimo, dal titolo The Last Day, lo gira il giorno in cui spedisce il pacco criminale alla casa discografica della cantante e termina con il suo suicidio in casa mentre dietro di lui a fare da sfondo c’è una tela bianca con su scritto The Best of Me.

Il nuovo poster (che vedete sopra) mantiene le vibrazioni anni ’90 dei precedenti che ci piacciono davvero tanto. Dalle prime immagini trapelate, potremmo accostare questo film quasi a una versione colorata e pop di RED KROKODIL. A fare la parte grossa della notizia online la presenza di un “pene dentato e parlante” che si vede in alcuni spezzoni, che rimanda un po’ a TROMEO AND JULIET e anche al BRAIN DAMAGE di Henenlotter… con un occhio però estetico molto più realistico e vicino ai film della Empire piuttosto che alla Troma.

Vi terremo aggiornati su ogni novità… che andremo a seguire noi in primis con grande trepidazione e curiosità!

pubblicità

pubblicità

Antonietta Masina

Salve! Io mi chiamo Antonietta Masina e… già, con un nome così, non potevo che amare il cinema. Son quindi cresciuta fra scherzi, assonanze e rimandi…ad una delle attrici (e muse) più immense; non potevo non conoscere lei (Ovvio, parlo di Giulietta Masina!) ed i film che ha interpretato; grandi film di uno dei più grandi registi di tutti i tempi. Alle medie, il mio nome venne rielaborato dai compagni di classe in “Antonomasia” e, mentre le altre bambine giocavano con i principi azzurri, io sognavo… sognavo quei cappelli, quei costumi, quei colori… che mi portavano su altri piani di realtà nonostante Fellini stesso affermasse “Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare.” Ai tempi del liceo poi, si parlava spesso con amici su quale fosse la “Birra per Antonomasia”, “la Canzone per Antonomasia” o “il Film per Antonomasia”… che quasi predestinata, scelsi poi di studiare comunicazione per poter lavorare in questo campo, e far sì che “Antonomasia” in persona potesse rispondere alle loro domande! Chi scrive è una ragazza, anzi, una “persona” che ama il cinema; Il cinema quello fatto con passione, con serietà, ma non seriosità; il cinema condiviso e discusso con chi lo ama, con chi va al cinema (e andare al cinema è come andare in Chiesa per me, con la differenza che la Chiesa non consente il dibattito, il cinema sì). Ho una forte predilezione per il cinema fantastico ed horror, il mio fine non è solo quello di condividere i miei pensieri o recensire un film specifico (NON sono un critico, né conosco tutto… anzi, ho molti limiti e carenze che spero di colmare), ma anche discutere sulle motivazioni ed i sottotesti di interi generi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *