[RECENSIONE] Madre (Mother)

pubblicità

Presentato il 15 aprile in anteprima sul canale YouTube Watch Movies Now!, Madre, film argentino scritto e diretto da Amin Yoma, racconta di Adela (Florencia Benitez) ed Hernan (Joaquín Berthold): una coppia di sposi che non riesce ad avere figli, cosa che inevitabilmente condiziona e mette in crisi la loro relazione.

Se da una parte è ben raccontato il loro rapporto con i suoi continui cambi di registro negli atteggiamenti reciprochi, si poteva evitare la figura del solitario mago riluttante (Chuco Fernandez) che Adela incontra profetizzandole in modo vago la sciagura. Presagio del tutto inutile per lo sviluppo della storia perché, per l’appunto, sarebbe accaduto pari pari anche senza quell’incontro. Il personaggio del cartomante, o meglio la sua azzeccata previsione, nient’altro aggiunge se non un superfluo tocco di fantastico e sovrannaturale in un film concretamente drammatico come Madre. La disperata ostinazione di Adela, che arriva a tal punto da consultare un mago, viene raccontata molto meglio nel resto del film da atteggiamenti, dettagli, sfumature. Uno su tutti la sua sotterranea invidia nei confronti delle altre donne che emerge nei suoi sguardi sui loro corpi e nei sempre più frequenti momenti di ira e violenza nei loro confronti.

Qui giù potete vedere Madre in lingua originale spagnola con i sottotitoli in inglese.

Il film è co-prodotto da Black Mandala (casa neozelandese di Nicolas Onetti e Michael Kraetzer).

pubblicità

Lascia un commento