I premi del Bloody Festival Roma 2022

I premi del Bloody Festival Roma 2022

Sono stati assegnati a Borgo Ripa i premi della quarta edizione del Bloody Festival Roma.

La giuria (composta dalla presidentessa Sabina Pariante, dal direttore della fotografia Nino Celeste, dal compositore Marco Werba, dal regista Mirko Alivernini) ha assegnato:

Per quel che riguarda i lungometraggi.

Il premio per il miglior horror è andato a Blades of darkness di Alex Visani, il cui cast comprende anche una inedita Manuela Arcuri, mentre quello per il miglior giallo lo ha conquistato Brividi d’autore. Il film, interpretato da Maria Grazia CucinottaFranco OppiniSebastiano Somma Gioia Scola, segna il ritorno al genere per Pierfrancesco Campanella, dopo Cattive inclinazioni del 2003.

I corti.

Le giovanissime sorelle Lea Vera Borniotto, vincono sia il premio per il miglior cortometraggio con Vindex flamma, diretto dalla prima e interpretato dalla seconda, che quello per il miglior thriller grazie a Custodes, firmato da entrambe insieme ad Edoardo Nervi.

Riconoscimenti speciali.

Il Premio WeShort è andato all’iraniano The sprayer di Farnoosh Abedi. La piattaforma HODTV lo assegna al lungometraggio Dead bride di Francesco Picone. Il canale Ore d’orrore decreta il corto Le montagne della follia di Francesco Santoro (nella foto in alto di Sandro Catalani) vincitore del Premio Nottola.

Mirko Alivernini ha ricevuto un riconoscimento speciale alla tecnologia, Nino Celeste il Premio Roberto Pariante alla carriera, dedicato al regista dell’episodio Testimone oculare della mini-serie televisiva Rai ideata da Dario Argento La porta sul buio.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *